Recensioni e commenti: 2

  1. Tatyana Fedorovna NIKULINA

    Dimmi quale sfortuna ha colpito la mia carota la scorsa stagione. I suoi germogli erano di un verde pallido, e quindi generalmente seccati.
    Che cosa causa questo e cosa deve essere fatto per evitare che ciò accada di nuovo negli anni successivi?

    risposta
    • OOO "Triste"

      Apparentemente, le giovani piante si ammalarono di macchie marroni. L'agente eziologico di questa malattia colpisce le parti aeree delle carote: gambi, foglie e steli in tutte le fasi della sua crescita.
      sintomi
      Sulle piantine, la malattia si manifesta sotto forma di una "gamba nera". Le piantine gravemente colpite diventano gialle e muoiono.
      Sulle foglie e gambi della malattia porta alla comparsa di numerose macchie gialle, e poi marrone scuro di forma indeterminata. Molto spesso, le punte delle foglie, che si arricciano, diventano marroni e muoiono, soffrono. In caso di gravi danni, la lamina si asciuga completamente. Con tempo umido, macchie velenose scure appaiono sui tessuti infetti - fungo portatore di spore. Di solito, la malattia si manifesta a metà luglio, soprattutto intensamente colpisce le piante da fine agosto a metà settembre. Le carote sono più suscettibili all'agente causale del punto fogliare marrone 8 nella fase di crescita del raccolto radice. In questo momento, c'è un intenso sviluppo del fungo nei tessuti della pianta ospite.
      Nota
      Le fonti di infezione sono detriti vegetali, radici infette e semi. La nocività della malattia è elevata, le perdite di rendimento possono essere 30-60%.

      Misure di controllo
      Le misure agrotecniche sono le più efficaci nella lotta contro questa malattia. Prima di tutto è necessario osservare l'alternanza delle culture nel sito. La primavera successiva, prendi un appezzamento di carote dove, nella stagione passata, crescono verdi, cavoli, zucchine, patate novelle, cetrioli, zucchine, erbe aromatiche o zucche. Se usi semi ordinari che non hanno subito alcun trattamento, riscaldali con acqua calda 8 (gradi 45-50) per 30 minuti o proceda in una soluzione rosa di permanganato di potassio.
      Quando i primi germogli compaiono regolarmente durante la crescita, innaffiando le piante con brodi di orzo (500 g fresco o 100 g asciutto su 5 l acqua), equiseto (1 kg fresco o 150 g secco su 10 l acqua) o celandina infuso (4 kg piante fiorite imbevuto di 10 l di acqua). È anche necessario allentare regolarmente i corridoi.
      È possibile utilizzare anche la protezione chimica. Per fare ciò, quando compaiono i primi segni della malattia (nella fase di semina) e successivamente ogni 10-12 giorni, le piante vengono spruzzate con "Modified Azophos" o "Quadrix". I preparati sono utilizzati secondo le raccomandazioni indicate sulla confezione.

      risposta

Lascia un feedback, commenti