1 Commenti

  1. Summerman, giardiniere e giardiniere (anonimo)

    Moltiplicavo l'uva, come tutti gli altri residenti estivi, soprattutto perché ho molte varietà. Ora uso la mia tecnica. In autunno, poto i cespugli, come previsto, ma lascio alcune viti.

    Ad aprile, ho tagliato quelli in più. Copro i punti dei tagli con argilla mista a verbasco, e dalle viti tagliate faccio gli stinchi, li pianto subito in due o tre pezzi in un luogo permanente e li innaffio bene. A volte alcuni scompaiono, ma più spesso tutti vengono accettati. Quindi li scavo in autunno e li trapianto separatamente in un luogo permanente. Succede che la vite e "pianga", beh, non importa (piangiamo anche a volte, ma sopravviviamo), ma la riproduzione avviene senza molto sforzo.

    risposta

Mini-forum di giardinieri

La tua email non sarà visibile